03 maggio 2017

La Vera Pasqua!


Cari amici,
Ho ricevuto questa email da un amico sacerdote nella mia diocesi il 29 aprile 2017. Dopo troverete la mia risposta.


- - -


Ciao Don Jo,
restiamo vicini e uniti nella preghiera, in particolare nella Messa, come i discepoli di Emmaus, tristi, stanchi, sfiduciati e disillusi ma ancora capaci di lasciarsi scaldare il cuore dalle parole di Gesù e di riconoscerlo nello spezzare il pane.
Buona Domenica.
Don _____ .


- - - - - - -


Ecco la mia risposta:


Caro Don _____ ,
Preghiamo tanto caro fratello perché con meno preghiera che mai nel mondo e nella Chiesa, e più peccato che mai (ancora peggio, indifferenza come il peccato non esistesse più), siamo noi che abbiamo dato più potere al nostro nemico di ingannarci. “Satana si maschera da angelo di luce” (2Cor 11,14).
Mi meraviglia quanti pastori non fanno il loro lavoro fondamentale di avvertire le pecore delle trappole nascoste del lupo: le sue belle bugie presentate come fosse la verità, le mezze verità - parlando soltanto della misericordia senza dire come ha detto Gesù, “Vai, e non peccare più!” (Gv 8,11; 5,14)! Tantissimi pastori paurosi fanno così per non offendere nessuno, di essere “politicamente corretti”, di offrire “amore” (falso), “misericordia” (falsa) e la “compassione” (malconsigliata)! Noi parroci, che dobbiamo essere i medici delle anime, invece non aiutiamo le anime affidate a noi di aiutarle di identificare le grave malattie delle loro anime, il peccato mortale, non secondo la TV, ma secondo il Catechismo della Chiesa Cattolica degli adulti (CCC). Dio ci ha dato i Dieci Comandamenti (spiegato bene secondo il CCC, non secondo il mondo!) per il nostro vero bene o per il nostro male?!? “La Verità (di Dio!) ci farà liberi” (Gv 8,32), o ci farà schiavi? La “verità” del mondo, del “padre della menzogna” (Gv 8,44), “il principe del mondo” (satana) (Gv 12,31; 14,30), ci farà liberi o ci farà schiavi? Ci fidiamo a Dio o ci fidiamo a noi stessi, credendo che siamo i pastori pieni di sapienza ed intelligenza nella nuova “chiesa moderna”? Se un medico non cerca di identificare e di curare le malattie del corpo con la giustificazione di non agitare o offendere i suoi clienti, perderà il suo lavoro. Invece noi, CON IL NOSTRO SILENZIO, perderemo le nostre anime immortali insieme con tutti i laici che hanno preso la strada più facile insieme con noi!
“ “Sono tutti cani muti, incapaci di abbaiare” (Is 56,10) … Cos’è infatti per un pastore la paura di dire la verità, se non un voltar le spalle al nemico con il suo silenzio? Se invece si batte per la difesa del gregge, costruisce contro i nemici un baluardo per la casa d’Israele. Per questo al popolo che ricadeva nuovamente nell’infedeltà fu detto: “I tuoi profeti hanno avuto per te visioni di cose vane e insulse, non hanno svelato le tue iniquità, per cambiare la tua sorte” (Lam 2,14)…” (San Gregorio Magno, papa; Ufficio delle letture; domenica 27, TO).
“MA CHE RAZZA DI PASTORI sono invece quelli che, TEMENDO DI OFFENDERE GLI UDITORI, non solo non li preparano alle tentazioni future, ma anzi promettono loro la felicità di questo mondo, felicità che Dio non promise neppure al mondo stesso!...” (Dal “Discorso sui pastori” di sant'Agostino, Ufficio delle Letture, 24 TO, venerdì).
Ecco il mio motivo di scrivere gli articoli sul Internet, per quelli di buona volontà, di aiutare a smascherare “l'angelo di luce.” (http://giuseppedwight.blogspot.com).
Ma è più facile e gradevole al nostro egoismo di credere e di seguire le belle bugie popolari. Un pastore che avverte le pecore oggi, semplicemente presentando ciò che è scritto nel CCC, non soltanto le cose facili, sarà molto perseguitato oggi dal basso (i laici che vogliono un cristianesimo senza la croce), e dal alto (dai vescovi che vuole accontentare le persone prima di accontentare Gesù crocifisso, la Verità scomoda)! Questo è ciò che è successo a Gesù abbandonato 2000 anni fa, a tutti i santi ed ai profeti nell'Antico Testamento. Il Corpo di Cristo, la Chiesa, sarà crocifissa in questo periodo della “grande tribolazione” (Mt 24,21; CCC 677)! Sono convinto che Gesù direbbe a tantissimi preti e vescovi oggi ciò che ha detto a Pietro: “Lungi da me, satana! Tu mi sei di scandalo, perché non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini!” (Mt 16,23). Almeno Pietro si è pentito dopo e si è maturato per diventare un grande santo e martire! Ho un grande dolore nel mio cuore per le anime affidate ai preti ed ai vescovi che non vivono e non insegnano TUTTO il Catechismo della Chiesa Cattolica degli adulti, nonostante che indicano che rappresentano la Chiesa. 400 anni fa i protestanti hanno lasciato la Chiesa; adesso i protestanti rimangono nella Chiesa e perseguitano e mandano via quelli che sono fedeli alla Verità che non cambia con il mondo, “neppure un iota o un segno della legge, senza che tutto sia compiuto” (Mt 5,17-18; 24.35). Se questi preti e vescovi non vogliono vivere la Verità, Gesù Cristo (Gv 14,6), spiegato dal Magistero della Chiesa di 2000 anni (non il magistero di un papa), almeno non devono portare tante anime con loro di essere separati dalla Verità assoluta (Dio!) in cielo per tutta l’eternità! “La pena principale dell’inferno consiste nella separazione eterna da Dio” (CCC 1035)!
Al nostro incontro mensile della diocesi della formazione permanente del clero (marzo 2017, sul Amoris Laetitia), nei gruppetti, ho chiesto come mai sentiamo soltanto la metà della verità, soltanto la misericordia, e non l'altra parte della verità. Papa Giovanni Paolo II e Papa Benedetto XVI hanno detto e scritto tante volte: “SOLO CIÒ CHE È VERO PUÒ ULTIMAMENTE ESSERE ANCHE PASTORALE”! Ad un certo punto un prete di più di 70 anni ha cercato di convincermi della misericordia citando il brano nel vangelo dell'adultera. Dopo ha smesso a parlare lo ho chiesto, come mai non ci hai detto niente delle parole di Gesù alla fine di quel brano, cioè, “Vai, e non peccare più”? L’ho detto, e davanti agli altri preti presenti nel gruppetto, che UNA MEZZA VERITÀ È PEGGIO DELLA BUGIA, perché si crede di aver ricevuto “la verità, la verità intera e nient’altro che la verità” (come si dice nei tribunali civili). Ho detto che l’anno scorso all'Angelus della Domenica V di Quaresima, con il Vangelo dell'adultera (Gv 8,1-11), Papa Francesco non ha neanche menzionato il tema tradizionale (cfr "Messale dell'Assemblea Cristiana; Centro Catechistico Salesiano; Editori: ELLE DI CI) che è stato dato a questo brano del Vangelo: "Vai, e non peccare più"! ("Angelus Domini 2016/03/13"; https://www.youtube.com/watch?v=mPNMk1N5ypc; https://w2.vatican.va/content/francesco/en/angelus/2016/documents/papa-francesco_angelus_20160313.html). Un altro sacerdote anziano nel nostro gruppetto, durante questo dibatto piuttosto vivace si è svegliato, e ci ha fatto ricordare ciò che abbiamo studiato nella teologia pastorale che i papi recenti, nel mondo di oggi, ci ammoniscono di essere di guardia non tanto sulla mancanza di applicare la “LEGGE DELLA GRADUALITÀ” ma del grande pericolo della “GRADUALITÀ DELLA LEGGE”, che deve essere rifiutata in quanto riduce il valore della legge ad un mero ideale (cfr. Esortazione Familiaris consortio, n. 34, 9; Humanae Vitae, no. 28).
Caro Don _____ , secondo questo tipo di “misericordia” offerta come una mezza verità, secondo te, dobbiamo eliminare la frase nell’Atto di Dolore: “Prometto con il Tuo santo aiuto di non offenderTi mai più e di FUGGIRE le occasioni prossime di peccato”?!? (peccato secondo Dio spiegato dalla sua Chiesa, il Magistero della Chiesa, non secondo il soggettivismo di ogni persona o del mondo!)?
Caro Don _____ , preghiamo e facciamo tanti sacrifici, come sacerdoti, per essere pronti di accogliere il grande dono di morire per le nostre pecore e per Gesù, la Verità (Gv 14,6), che non cambia con il mondo o con “la chiesa moderna”, in questo periodo di grande confusione e divisione nella Chiesa, per la purificazione della sposa di Cristo, la Chiesa. Gesù era un sacerdote-vittima sulla croce 2000 anni fa! “Io sono il buon Pastore. Il buon Pastore offre la vita per le pecore” (Gv 10,11)!
Prima della seconda venuta di Gesù Cristo “infatti DOVRÀ AVVENIRE L’APOSTASIA e dovrà esser rivelato l’uomo iniquo, il figlio della perdizione, colui che si contrappone e s’innalza sopra ogni essere che viene detto Dio ed è oggetto di culto, fino a sedere nel tempio di Dio, additando se stesso come Dio. Non ricordate che, quando ancora ero tra voi, venivo dicendo queste cose? E ora sapete ciò che impedisce la sua manifestazione, che avverrà nella sua ora. Il mistero dell'iniquità è già in atto, ma è necessario che sia tolto di mezzo CHI finora lo trattiene (Gesù come la Verità e Gesù nell'Eucaristia!). Solo allora sarà rivelato l'empio e il Signore Gesù lo distruggerà con il soffio della sua bocca e lo annienterà all'apparire della sua venuta, l'iniquo, la cui venuta avverrà nella potenza di satana, con ogni specie di portenti, di segni e prodigi menzogneri, e con ogni sorta di empio inganno per quelli che vanno in rovina perché non hanno accolto l'amore della VERITÀ per essere salvi. E per questo Dio invia loro una potenza d'inganno perché essi credano alla menzogna e così siano condannati tutti quelli che non hanno creduto alla VERITÀ, ma hanno acconsentito all'iniquità” (2Ts 2,3-12; CCC 675).
Alleluia, caro Don _____ ! La nostra grande vocazione di condividere con Gesù tutto, anche la sua passione e crocifissione! Ma dopo c'è la vera risurrezione eterna, la vera PASQUA! Non c’è la risurrezione senza la crocifissione; non c’è la Pasqua senza il Venerdì Santo!


Prega per me e pregherò per te! Alleluia!
Don Jo


- - - - - - -


C'è meno preghiera che mai, più peccato che mai, ancora peggio, l'indifferenza come il peccato non esistesse più, e perciò abbiamo dato tanto potere al “padre della menzogna”, Satana (Gv 8,44). In particolare Satana ha più potere di “mascherarsi come un angelo di luce” (2Cor 11,14), per offrire le sue belle bugie mortali come fossero “la verità che ci fa liberi” (Gv 8,32)!
Perciò è molto importante in questi tempi di grande confusione, quando perfino i vescovi cattolici non sono più d’accordo in quando riguarda le cose fondamentali della fede e della morale, di non soltanto pregare molto e di studiare il Catechismo della Chiesa Cattolica degli adulti, ma di tenere i nostri occhi aperti per non cadere nelle belle bugie di Satana presentate come fossero la Verità!!!
PER GLI AGGIORNAMENTI sugli inganni fondamentali, nascosti e mascherati del antico serpente, visitate uno dei miei siti indici per vedere gli ultimi articoli più importanti:
(e anche I DOCUMENTI DELLA APPROVAZIONE ECCLESIASTICA della TESTIMONIANZA di GLORIA POLO).
Don Jo (Joseph) Dwight


Nessun commento: